Danze rituali dei nativi americani

Quanti tipi di danze rituali possiedono le culture dei nativi americani? Gli indiani d'America, possiedono molti balli rituali, usati per diversi scopi, spesso per celebrazioni annuali o come sacrifici personali alla natura, scopriamoli insieme.

Quali tipi di danza esistono nelle tribù dei nativi

Le danze sono sempre state significative nella vita dei nativi americani, sia come divertimento comune, che come solenne dovere. Molte danze giocarono un ruolo vitale nei rituali religiosi e in altre cerimonie, mentre altre erano tenute a garantire il successo della caccia, del raccolto, del ringraziamento e di altre celebrazioni.

Comunemente, questi balli indiani erano tenuti in una grande struttura o in un campo aperto attorno a un fuoco. I movimenti dei partecipanti illustravano lo scopo della danza rituale degli indiani americani, esprimendo preghiera, vittoria, ringraziamento, storie mitologiche e altro. A volte veniva scelto un leader, in altri, un individuo specifico, come un capo di guerra o un uomo di medicina, che guidava la danza rituale.

Molte tribù ballavano solo al suono di un tamburo e delle loro stesse voci, mentre altre tribù native, incorporavano nelle danze rituali anche campane e sonagli. Alcune danze degli indianid'Amrica, includevano assoli, mentre altre includevano canzoni con un leader e un coro. I partecipanti potevano far parte dell'intera tribù o solo specifici per uomini, donne o famiglie. Oltre alle danze pubbliche, c'erano anche danze private e semi-pubbliche per la guarigione, la preghiera, l'iniziazione, la narrazione e il corteggiamento.

La danza, i balli culturali e rituali, continuano ad essere una parte importante della cultura dei nativi americani. Le danze sono specifiche a livello regionale o tribale e i cantanti, di solito, si esibiscono nelle loro lingue native. A seconda della danza, a volte i visitatori vengono accettai accolti mentre, in altri casi, le cerimonie rimangono private.

Questa lista di danze rituali degli indiani d'America, è tutt'altro che onnicomprensiva, poiché esistono letteralmente centinaia di danze e variazioni in tutto il continente americano.

-DanzeAssociative

DanzaDellaFantasia 

TheGhostDance

DanzaDelSerpente

LaDanzaDellaPioggia

StompDance

LaDanzaDelSole

DanzaDiGuerra

DanzaDellaZucca

DanzaDellErba

DanzaDeiCerchiHoopDance

Danze associative

Esistono un certo numero di feste o cerimonie semireligiose, in cui un gran numero di individui partecipano, che vengono tramandate da una tribù all'altra. Uno degli esempi più noti degli indiani delle pianure è la danza Omaha o dell'erba, praticata anche dalla tribù degli Arapaho, dei Pawnee, Omaha, Dakota, Crow, Gros Ventre, Assiniboin e Blackfoot. Si ritiene che i suoi simboli si siano originate con i Pawnee, che insegnò la danza ai Dakota Sioux verso il 1870. I Sioux, a loro volta, lo condivisero con gli Arapaho e i Gros Ventre, che la insegnarono ai Piedi Neri. Successivamente, i Blackfoot portarono la danza Omaha alle tribù di Flathead e Kootenai ad ovest.

Le riunioni di queste tribù native si tenevano di notte, in grandi edifici circolari in legno costruiti a tale scopo. Alcuni dei ballerini indossavano grossi copricapi di piume, chiamati "cinture di corvo" e un particolare copricapo fatto di capelli. Spesso veniva servito un banchetto di carne di cane. I membri di alcune di queste tribù, erano spesso noti per aver aiutato i poveri e per praticare atti di abnegazione.

Altre danze, come la danza Creek, la danza delle zucche e le danze a cavallo, sono famose per appartenere ad altre tribù e villaggi. Tuttavia, da tribù a tribù, ognuno possiede le sue distinte cerimonie e canzoni, alle quali vengono fatte aggiunte di anno in anno.

Danza della fantasia

Non una tradizione di danza storica di nessuna tribù, la Fancy Dance è stata creata dai membri della tribù Ponca negli anni '20 e '30, nel tentativo di preservare la loro cultura e religione. In quel periodo, le danze rituali dei nativi americani, furono messe fuori legge dagli Stati Uniti e dai governi canadesi. Le danze tradizionali furono rese segrete e fatte di nascosto, per evitare problemi col governo.

Tuttavia, questa danza, liberamente ispirata alla tradizionale danza di guerra, era considerata appropriata per i visitatori degli spettacoli "Wild West". Due giovani ragazzi di Ponca vennero specificatamente accreditati per sviluppare la danza della fantasia, che il pubblico amava e la tribù Ponca costruì presto la propria arena di danza al White Eagle, in Oklahoma.

In breve tempo, altre tribù hanno continuato la pratica e creato nuove danze, che potevano essere ballate legalmente in pubblico. Negli anni '30, i Kiowa e i Comanche crearono nuovi stili di ballo da inserire in questa danza senza una storia di base.

Anche prima che venisse fondata la Fancy Dance, un circuito intertribale di Pow-Wow, era già stato organizzato dove varie tribù organizzavano gare di ballo. Questi sono diventati un'importante fonte di entrate durante la Grande Depressione, per le tribù e le associazioni dei nativi americani. Verso la fine degli anni '30, anche le donne cominciarono a esibirsi nella danza della fantasia.

La danza è veloce, colorata e molto energica, spesso include trucchi e movimenti estremamente atletici. Le regalie danzanti includono copricapi e cinture di piume dai colori vivaci, corpetti di perline, leggings, scialli e mocassini. I vestiti sono anche decorati con frangie, piume, ricami o lavorazioni con nastri e altri ricchi disegni e materiali. Si indossano anche polsini con perline, girocolli, orecchini, bracciali e piume d'aquila.

Ghost Dance - Una promessa di adempimento

The Ghost Dance (Natdia) è un movimento spirituale che è nato alla fine del 1880, quando le condizioni erano pessime per le riserve dei nativi americani, che avevano bisogno di qualcosa per dar loro speranza. Questo movimento ha avuto origine da un indiano Paiute di nome Wovoka, che si proclamò essere il messia venuto sulla terra, per preparare gli indiani per la loro salvezza.

Danza del serpente

La danza del serpente è la più ampiamente pubblicizzato dei rituali Hopi, è la Danza del Serpente, che si tiene ogni anno a fine agosto, durante la quale gli artisti danzano con serpenti vivi in bocca. Si pensa che la danza sia nata come una cerimonia acquatica, perché i serpenti erano i tradizionali guardiani delle sorgenti. Oggi, è principalmente una cerimonia della pioggia, che serve ad onorare gli antenati Hopi. La tribù considera i serpenti come i loro "fratelli" e si affidano a loro per portare le loro preghiere per la pioggia agli dei e agli spiriti dei loro antenati.

La Snake Dance richiede due settimane di preparazione rituale, durante i quali i serpenti vengono raccolti e sorvegliati dai bambini, fino al momento del ballo. L'ultimo giorno della celebrazione, la quale dura 16 giorni, viene eseguita la danza del serpente. Per via della percentuale della popolazione locale di serpenti, la maggior parte sono serpenti a sonagli, ma tutti i tipi di serpenti vengono usati liberamente.

Prima che inizi la danza, i partecipanti prendono un'emetica (probabilmente un'erba sedativa) che non è un anti-veleno e poi ballano con i serpenti in bocca. Di solito c'è un prete "dell'Antilope" che aiuta con la danza, a volte accarezza i serpenti con una piuma o sostiene il loro peso.

Il ballo include ondeggiamenti, sonagli, un canto gutturale e un giro della piazza con i serpenti. Dopo il ballo, i serpenti vengono rilasciati nelle quattro direzioni per portare le preghiere dei ballerini agli spiriti della natura ed agli antenati. Sebbene una parte della Danza del Serpente sia eseguita per la tribù, questa è solo una parte di una lunga cerimonia, la maggior parte delle quali è condotta privatamente in kivas.

Sebbene la danza fosse una volta aperta al pubblico, ora è aperta solo ai membri tribali a causa della maniera poco rispettosa dei turisti di fare foto e della mancanza di rispetto per le tradizioni e le pratiche cerimoniali degli Hopi.

Danza della pioggia

La danza della pioggia è danza cerimoniale viene eseguita da numerose popolazioni agricole, specialmente nel sud-ovest, dove le estati possono essere estremamente secche. La cerimonia veniva eseguita per chiedere agli spiriti o agli dei, di inviare la pioggia per i raccolti delle tribù. La danza di solito si svolge durante la stagione della semina primaverile e prima che le colture vengano raccolte. Tuttavia, veniva eseguita anche nei momenti in cui la pioggia era disperatamente necessaria.

Una cosa che rende la danza della pioggia unica rispetto ad alcune altre danze cerimoniali, è che sia gli uomini che le donne partecipano alla cerimonia. La danza varia da tribù a tribù, ognuno con i propri rituali e costumi unici. Alcune tribù indossano grandi copricapo mentre altre indossano maschere. Gli accessori includono spesso vernice sul corpo, perline, pelli di animali, peli di cavallo e di capra, piume, grembiuli ricamati e gioielli in pelle, argento e turchese.

Le piume e il colore blu si trovano spesso in abiti e accessori, che simboleggiano rispettivamente il vento e la pioggia. Questi abiti e accessori speciali, che venivano indossati durante la danza della pioggia, non venivano generalmente indossati in altri periodi dell'anno, ma piuttosto venivano conservati per questa specifica cerimonia, come avviene ancora oggi. I passi di danza di solito comportano lo spostamento con uno schema a zigzag, in contrasto con altre danze cerimoniali che implicano lo stare in piedi in un cerchio, magari saltando sul posto.

Le storie delle origini delle danze cerimoniali sono state trasmesse oralmente di generazione in generazione. Quando i nativi americani furono trasferiti nel 19° secolo, il governo degli Stati Uniti bandì alcune danze cerimoniali tribali. In alcune regioni, i membri delle tribù avrebbero detto alle autorità federali che stavano eseguendo una "danza della pioggia" piuttosto che rivelare il fatto che stavano effettivamente eseguendo una delle cerimonie proibite.

Sebbene la danza della pioggia fosse eseguita più spesso da tribù nel sud-ovest come Puebloan, Hopi, Zuni e Apache, anche altre tribù celebrarono la danza della pioggia, tra cui i Cherokee negli Stati Uniti del sud-est. Molte tribù continuano a celebrare questa cerimonia oggi.

Stomp Dance (danza del calpestio)

La stomp dance, viene seguita da varie tribù dei boschi orientali, tra cui Muscogee Creek, Yuchi, Cherokee, Chickasaw, Choctaw, Caddo, Delaware, Miami, Ottawa, Peoria, Shawnee, Seminole, Natchez e Seneca-Cayuga, la Stomp Dance è una cerimonia che contiene sia un significato sociale che religioso. Il termine "Stomp Dance" è un termine inglese, che si riferisce ai movimenti "shuffle and stomp" (mischia e pesta) della danza. Nella lingua nativa di Muskogee, la danza si chiama Opvnkv Haco, che può significare danza "ubriaca", "pazza" o "ispirata", riferendosi all'effetto curativo che la danza ha sui partecipanti. Un evento notturno, la danza è affiliata alla Cerimonia del Cereale Verde del Muscogee Creek, Cherokee e altri indiani del sud-est.

Stomp Dance

Queste danze vengono generalmente eseguite più volte durante i mesi estivi per garantire il benessere della comunità. Eseguiti da uomini e donne, questi eventi possono includere circa 30 o più spettacoli, ognuno cantato da un leader diverso e possono includere anche altri balli come la Duck Dance (danza del papero), Friendship Dance (danza dell'amicizia) o Bean Dance (danza del fagiolo).

Quando un leader inizia, gira intorno al fuoco sacro e viene seguito in un unica fila da coloro che desiderano partecipare. Conducendo i ballerini in senso antiorario attorno al fuoco, i partecipanti cantano, scuotono i sonagli e ballano con un passo stomping, pestato. Uomini e donne alternano le posizioni dietro al leader, organizzando sé stessi per età e abilità, con i ballerini più giovani e meno esperti al termine della fila.

La danza "pestata" tipicamente inizia dopo il tramonto e continua fino all'alba del giorno successivo. I partecipanti che hanno un impegno religioso, inizieranno il digiuno dopo la mezzanotte e sono obbligati a rimanere svegli tutta la notte. La "medicina" presa dai partecipanti è costituita da radici e piante raccolte e preparate in modo cerimoniale da uno sciamano Guaritore. La danza continua fino al sorgere del sole, a quel punto l'evento è concluso.

La danza del sole

La Danza del Sole è praticata principalmente dalle tribù presenti nelle aree delle Grandi Pianure e delle Montagne Rocciose. Questa cerimonia annuale, viene solitamente eseguita al solstizio d'estate, con preparativi che iniziano fino a un anno prima della cerimonia. Sebbene la danza sia praticata in modo diverso, da diverse tribù, l'Aquila funge da simbolo centrale nella danza, contribuendo a riunire il corpo e lo spirito in armonia, così come il bufalo, per il suo ruolo essenziale nel cibo, diventa simbolo dell'abbigliamento e del rifugio costruito dagli indiani americani delle Pianure.

Danza del sole Apache

Molte cerimonie hanno caratteristiche in comune, come danze e canti specifici tramandati attraverso molte generazioni, l'uso del tamburo tradizionale, preghiere con la pipa, le offerte, il digiuno e in alcuni casi il piercing cerimoniale della pelle, che viene effettuato praticando due tagli sul petto sotto i muscoli più grandi, nei quali vengono introdotti dei pezzi di osso a cui vengono collegati lacci di pelle.

danza del sole

Sebbene non tutte le cerimonie della danza del sole includano ballerini ritualmente trafitti, l'oggetto della danza del sole è offrire sacrifici personali come preghiera a beneficio della propria famiglia e comunità. Il dolore sopportato fino allo svenimento del ballerino, sono il sacrificio personale che ogni partecipante dona alla tribù.

Alla fine del 1800, il governo degli Stati Uniti tentò di sopprimere la danza del sole. La cerimonia dei Cheyenne si fece segreta, per riemergere nel ventesimo secolo. Nell'agosto del 1890 la Danza del Sole dei Kiowa fu interrotta, per ordine dell'esercito americano, e la danza del sole venne abbandonata. Tuttavia, nel settembre dello stesso anno si tenne la prima Danza degli spiriti, e per molti anni prese il posto della Danza del Sole. L'ultima danza del sole dei Ponca si tenne nel 1908. La politica di soppressione del governo, si concluse con l'emanazione della circolare religiosa indiana del 1934 per la cultura indiana, e da allora in poi le danze del sole continuarono a essere tenute ininterrottamente, si può dire veramente alla luce del sole.

War Dance | Danza della guerra

Molte tribù praticavano una danza di guerra la sera prima di un attacco, per osservare certi riti religiosi per assicurare il successo dell'operazione. I guerrieri partecipavano alla danza della guerra, pensando alle soffernze che avrebbero potuto soffrire in caso di cattura, riempendosi la mente di stimoli per il successo, per prepararsi alla battaglia.

Danza della guerra dei Mescalero Apache

Anche se le danze della guerra variano da una tribù all'altra, ci sono punti comuni tra molte di esse, tra cui il canto, che si estende spesso per un giorno e una notte interi, intervallati da preghiere, uso di oggetti sacri o fasci e danze occasionali. Spesso si praticava anche il rito della capanna sudatoria o altre cerimonie di purificazione, bruciavano incenso, si dipingevano i volti e spesso veniva passata una pipa tra i partecipanti.

Generalmente, gli unici strumenti musicali usati in queste cerimonie erano sonagli, tamburi e fischietti. Nel Pacifico nord-occidentale, i Pueblos del sud-ovest e gli Irochesi delle Terre Boscose, i partecipanti erano spesso vestiti e mascherati per rappresentare le varie divinità o creature soprannaturali che recitavano parti del rituale.

Il nome di danza della guerra, variano tra le comunità indiane, con la danza della fantasia che incorpora i rituali della danza della guerra delle tribù di Kiowa, Cheyenne, Arapaho, Comanche e Kiowa - Apache. Per le tribù Shoshone e Arapaho, il lupo è simbolicamente legato a un guerriero e il rituale è chiamato "danza del lupo". La danza Omaha dei Lakota Sioux prende il nome dalla tribù Omaha, che insegnò la danza ai Lakota, e la danza della guerra è conosciuta dalla tribù Paiute dello Utah come il Fancy Bustle (fantasia frenetica), in riferimento a una parte del costume dei ballerini.

Danza della zucca

Ritenuta originaria della tribù Kiowa, la danza della zucca viene spesso tenuta in coincidenza con un Pow-Wow, sebbene sia formata da tecniche di danza e una storia uniche. La leggenda dei Kiowa dice che mentre un uomo si trovava da solo in viaggio, sentì una canzone insolita provenire dall'altra parte di una collina. Indagando, scoprì che la canzone proveniva da un lupo rosso che danzava sulle zampe posteriori. Dopo aver ascoltato più canzoni durante la notte, il mattino successivo il lupo gli disse di prendere le canzoni e danzare di nuovo al popolo Kiowa. "L'ululato" alla fine di ogni canzone della danza della zucca è un tributo al lupo rosso. La danza della zucca, nella lingua Kiowa si chiama "Ti-ah pi-ah" che significa "pronto a partire, pronto a morire".

I Comanche e i Cheyenne hanno anche delle leggende sulla danza delle zucche. La cerimonia si diffuse presto in altre tribù e società.

La danza è eseguita da uomini ma le donne possono partecipare danzando sul posto dietro gli uomini e fuori dall'arena circolare. Il tamburo può essere posizionato sul lato o al centro del cerchio e i ballerini si esibiscono attorno al perimetro dell'area, di solito danzando sul posto. La danza è semplice, con i partecipanti che sollevano i talloni con il battito del tamburo e scuotono i loro sonagli. Anche il vestito non è elaborato, con le cinture che vengono indossate dai ballerini, intorno alla vita o drappeggiate intorno al collo, raggiungendo il suolo.

nonostante i divieti di cui parlavo più sopra, diverse tribù hanno resuscitato la danza oggi. Alcune società di zucche non distinguono la razza come un criterio per aderire, permettendo anche ai non nativi americani di essere inseriti nelle loro società delle zucche. Tuttavia, i Kiowa consentono solo ai membri che sono metà dei mezzo sangue o più. Oggi durante Pow-Wows, la danza delle zucche avviene generalmente prima della Grande Entrata. I sonagli utilizzati nei Pow-Wows non sono fatti con una zucca, ma piuttosto un cilindro di latta o d'argento, pieno di perline, su un manico di perline.

Danza dell'erba

La danza dell'erba, è una delle danze più antiche e più usate nella cultura dei nativi americani, era compito dei ballerini dell'erba, appiattire l'erba nell'arena prima di altre importanti celebrazioni. Tuttavia, il nome "erba" non viene dal calpestare il terreno ma, piuttosto, dalla vecchia abitudine di legare le trecce di erba dolce alle cinture del ballerino, che producevano un effetto ondeggiante. Tradizionalmente è solo un ballo maschile, si pensa che la tradizione di questa danza, sia iniziata con gli indiani delle pianure settentrionali, in particolare gli Omaha-Ponca e i Dakota Sioux. Un'antica leggenda narra che sia stata creata da un ragazzo delle pianure del nord, che era handicappato che desiderava ballare.

Dopo aver consultato un uomo di medicina, venne incaricato di cercare l'ispirazione nella prateria. Seguendo il consiglio, andò da solo nelle pianure dove ebbe una visione di sé stesso che ballava nello stile delle erbe ondeggianti. Quando tornò all'accampamento, condivise la sua visione e si disse che alla fine riuscì a usare le sue gambe, eseguendo la prima danza dell'erba.

Oltre al suo scopo pratico, un altro obiettivo della danza è di onorare e rispettare gli antenati e di ottenere forza spirituale dalla loro madre terra. Una danza popolare oggi alla quale partecipano uomini e donne, la danza è piena di colore e movimento.

I ballerini assomigliano a una massa multicolore ondeggiante di filato o frangia che rappresenta l'erba. Mentre i ballerini si muovono in posizione fluida e flettente segunedo il ritmo della musica, le loro posizioni replicano il movimento dell'erba che soffia nella brezza del vento. La danza di oggi è in gran parte inter tribale, grazie alla sua longevità, in parte, a una modernizzazione delle cerimonie promossa dall'oppressione dei primi del Novecento. Le benedizioni speciali non vengono solo conferite ai ballerini ma anche agli osservatori.

Danza del cerchio

Tornando indietro per secoli, la Hoop Dance è una danza narrativa, che comprende l'uso da 1 a 40 cerchi per creare forme statiche e dinamiche. Queste formazioni rappresentano i movimenti di vari animali e altri elementi narrativi. Nella sua forma più antica, si ritiene che la danza abbia fatto parte di una cerimonia di guarigione progettata per ripristinare l'equilibrio e l'armonia nel mondo. Senza inizio né fine, il cerchio rappresenta il cerchio infinito della vita. I cerchi, in genere fatti di canne o di legno, sono usati per creare forme simboliche, tra cui farfalle, tartarughe, aquile, fiori e serpenti.

Ci sono diversi racconti su come è nata la danza del cerchio. Alcuni dicono che il Creatore diede una serie di cerchi di legno e la "danza" a un uomo morente, proveniente dalle pianure settentrionali che voleva un dono da lasciarsi alle spalle. Un'altra storia nel sud-ovest dice che i cerchi vengono sviluppati dagli abitanti delle rupi, perché i bambini imparassero la destrezza.

Una leggenda più importante che possiede la Danza del cerchio, originaria della cultura Anishinaabe, narra di quando uno spirito ultraterreno venne al mondo per vivere tra la gente. Il ragazzo non mostrava alcun interesse per le attività tipiche dei ragazzi, come la corsa e la caccia, preferendo stare da solo e guardare gli animali. Questo costrinse il padre a evitarlo, portando il ragazzo ad essere riconosciuto con il nome di Pukawiss: il disconosciuto o indesiderato.

Tuttavia, il ragazzo continuava a osservare i movimenti di aquile, orsi, serpenti e uccelli e in poco tempo si muoveva come un'aquila in volo, saltellando attraverso l'erba come un coniglio, creando così la Danza del cerchio per insegnare agli altri indiani i modi di muoversi e vivere degli animali. In poco tempo, Pukawiss divenne così popolare che ogni villaggio voleva imparare la danza.

Oggi, la Hoop Dance rimane popolare. Viene generalmente eseguita da un ballerino solista, che inizia con un singolo cerchio, evocando il cerchio della vita. Vengono aggiunti altri cerchi che rappresentano altri elementi della vita, inclusi umani, animali, vento, acqua e stagioni. La danza incorpora movimenti molto rapidi in cui i cerchi sono fatti per incastrarsi ed estendersi dal corpo, formando appendici come ali e code.

Praticata da un certo numero di tribù oggi, questa danza si è evoluta nel corso degli anni, diventando più veloce e incorporando molte influenze non tradizionali. È diventata anche un evento altamente competitivo, con il primo World Hoop Dance Competition tenutosi alla New Mexico State Fair nel 1991. Oggi la competizione più popolare si tiene ogni anno presso l'Heard Museum di Phoenix, in Arizona.