Apalachee tribù nativi

apalachee tribù indiane

 

Nativi americani

Nativi Apalachee tribù

La patria Apalachee era situata in quella che oggi è a nord-ovest della Florida, vicino alla capitale dello stato, Tallahas. La baia vicino al Golfo del Messico si chiama Apalachee Bay. Apalachee, pronunciato AP-uh-LATCH-ee, è una parola CHOCTAW che significa "persone dell'altro lato [intesa come l'altra parte del fiume Alabama]." La tribù non esiste più: gli Apalachee una volta avevano almeno 20 villaggi di case con tetti di paglia. A volte gli abitanti dei villaggi confezionavano le mura delle loro case col fango, una tecnica chiamata canne e sgorbio. Accanto ai villaggi c'erano campi di grano, fagioli, squash e altre colture.

Probabili discendenti diretti dei Costruttori di Mound, i tumuli costruiti dagli Apalachee con aste in cima. La tribù è classificata come parte della cultura indiana americana del Sud-Est. A nord degli Apalachee vivevano i CREEK; anche se entrambi i popoli parlavano dialetti della famiglia linguistica Muskogean , erano nemici.  Nel 1528, la tribù Apalachee attaccò e partì per una delle prime spedizione spagnole guidata dall'esploratore de Narváez, ma Hernando de Soto e i suoi uomini vissero nella tribù durante l'inverno del 1539-1540 durante la prima parte della loro spedizione in gran parte del Sud-est. Alcuni dei Apalachee più militanti risentì la presenza dei conquistadores e tramò contrò di loro.

Nel 1633, i missionari spagnoli avevano un punto d'appoggio tra l'Apalachee, nel 1640, sette chiese era state costruite in mezzo a loro e otto dei principali Capi Apalachee erano stata convertita al cattolicesimo. Nel 1647, il popolo Apalachee, arrabbiato perché era costretto a lavorare nel forte spagnolo a St. Augustine, si ribellò, ma soldati spagnoli, avendo la superiorità delle armi, rapidamente riuscirono a sopprimere la rivolta, poi nel 1656, un pò di Apalachee si unirono ai loro partner commerciali i TIMUCUA, nella loro rivolta. La fazione che voleva gli spagnoli come alleati, valorizzando prodotti commerciali europei e protezione contro altri indiani, impedirono con la violenza negli anni successivi che si potesse instaurare uno stato di pace.

Come alleati degli spagnoli, gli Apalachee subirono attacchi da altri coloni. Nel 1703-1704, miliziani della  Carolina e guerrieri Creek sotto il comando del colonnello James Moore distrussero molti villaggi e uccisero molti abitanti, prendendo alcuni prigionieri Apalachee eritornarono nel South Carolina, alcuni dei quali si unirono con gli YAMASEE nella guerra Yamasee del 1715. Nel corso del 18° secolo, gli Apalachee migrarono spesso, alcuni si unirono ai loro ex nemici, i Creek, altri si trasferirono in nuovi villaggi tra i Spagnoli. Dopo il 1763, alla fine della guerra franco-indiana, quando la Spagna perse la Florida contro l'Inghilterra, molti Apalachee trasferirono in Louisiana e si stabilirono sul Red River. Il controllo spagnolo ritrovato della Florida nel 1783 dopo la rivoluzione americana, fu mantenuto fino al 1819.

Da quel momento, tuttavia, la maggior parte dei loro alleati Apalachee si erano dispersi, le piccole bande rimaste si univano in matrimonio ad altri popoli indios, oltre che con afro americani e americani di origine europea e gradualmentepersero la loro identità tribale.