Incenso indiani america

 incensi indiani nativi

Smudge Stick

Gli "Smudge Stick" sono erbe essiccate e legate in un involto usate da sempre dai nativi maericani per i riti sacri e servono per purificare l'ambiente dove si opera cerimonialmente oppure lepersone che si intende aiutare con i riti, spesso nella speranza che chi è malato possa ritrovare la parte animica che ha perso generando la malattia e in questo lo sciamano fa da tramite viaggiando e lottando perché questo avvenga o nel caso che il problema sia molto grave, gli "spiriti" possano parlare al malato o a chi ha bisogno perché possa mettersi alla ricerca personalmente del proprio potere perso ritrovando l'equilibrio psico-fisico. Il sistema usato per arrotolare le erbe è antichissimo e consente alle varie erbe raccolte nell'involto di bruciare a una velocità adeguata non troppo velocemente nè troppo lentamente, il tutto senza provocare l'emissione di fumo, fuliggine o sostanze nocive. Solitamente questi pseudo bastoncini di erbe sono formati solamente da foglie essiccate di salvia bianca ma esistono anche dei smudge stick composti da insiemi di erbe varie come lavanda, copale, sweet grass (questa erba corrisponde alla Hierochloe odorata) una pianta che cresce nel nord America che possiede un odore marcatamente dolce in parte assomigliante all'odore dell'erba appena tagliata. Per usare uno smudge stick è necessario dare fuoco alla sommità appuntita spegnendo il fuoco non appena l'erba o le erbe cominciano a fare funo, basterà per questo agitare velocemente il mazzetto come si fa per spegnere un fiammifero, in questo modo l'erba brucerà lentamente sviluppando tutto il suo aroma carico di ancestrali poteri che guideranno chi la usa nella sua ricerca proteggendolo dal male che aleggia sopra di lui: una volta acceso il mazzetto, lo si può anche poggiare su un piattico di cercamica o terracotta, magari con motivi indiani così da richiamare i riti dei nativi, ma anche una grande mezza conchiglia uguale a quelle raffigurate nei percorsi di Comppostela possono essere adoperate senza temere che stoni. Se si vuol riutilizzare lo stesso smugde stick dopo averlo già adoperato in un rito basterà spuntare con le forbici la parte bruciata, mentre è necessario ricordare di riporre sempre questo oggetto lontano dalle fonti di calore e dall'umidità perché le erbe si rovinerebbero, non consentendo il riutilizzo dello stesso varie volte.


Piante sacre delle quattro direzioni


EST
Le erbe accomunate alla direzione dell’Est sono il pino, la salvia ed il tabacco.
Tabacco: Viene e veniva usato per onorare gli avi invocandone la saggezza per poter decidere in merito a questioni importanti della propria vita o della vita della tribù.
Pino: Questa pianta consente di pulire l'aura, ottenere fertilità e la pace della mente. Sono parecchi gli indiani americani che lo adoperano nella propria casa, perché si pensa sia un buon guardiano, essendo della famiglia dei sempreverde perciò non muore mai e restan sempre vigile.

SUD
Le erbe sacre accomunate alla direzione del Sud del mondo che vengono usate nelle preghiere, sono il cedro e la copale.
Cedro: Si adopera per proteggere sè stessi o chi si ama dal male in senso generale, è collegato al sole e serve ad attirare una nuova vita.
Copale: Viene adoperata apposta nelle cerimonie della direzione Sud-Ovest per facilitarne la fluidità nelle energie cche si smuovono.

OVEST
Le erbe sacre usate per questa direzione, sono la salvia, l’ artemisia e il salice.
Salvia: Appartiene alle erbe sacre per antonomasia che purificano, fortificano e proteggono oltre al fatto che è una delle erbe in grado di sconfiggere addirittura le malattie e i disturbi più gravi da cui prende il nome (salvia: salvis = salvavita), distrugge e allontana le forze oscure e infatti è una delle erbe magiche indiane maggiormente usata nei riti, a volte viene usata anche per i riti sacri diretti alla direzione dell’ Est, ma trova tutte le sue caratteristiche incentrate sulle qualità dell’ Ovest.
Artemisia: Questa erba sacra viene usata perché aiuta nelle visioni e perché consente di avere più facilmente sogni lucidi e chiari oltre che profetizzare.
Salice: Secondo diverse leggende questa pianta rappresenterebbe la parte inconscia delle persone, che porta un rinnovamento della propria vita dopo la morte.

NORD
L'erba più sacra alla direzione nord, è rappresentata dalla sweet grass che significa "capelli della nonna", infatti questi "capelli" bianchi corrisponderebbero al simbolo dell'esperienza e della saggezza generata dalle esperienze fatte nella vita.

 

                                                                                 incenso indiani america

smudge stick incenso indiani america

smudge stick