Oleodotto sulle terre Sioux: tutto da rifare

Proteste soiux america

Sioux proteste cambio di programma

Avevamo detto che la storia della costruzione dell'oleodotto sulle terre delle tribù Sioux americane, era stato risolto? Ebbene... Trump riapre la quetione ribaltando la situazione... la guerra continua!!

Proteste oleodotto terre Soiux

Si è sempre detto che l'America (gli USA in questo caso) sono sempre state le terre della libertà e dei diritti, almeno studiando la storia di questo Paese neonato.. ma forse il neo presidente degli Stati Uniti, non ha mai letto la storia del suo stesso Paese... o forse non gli e ne frega un pio.

Dopo che le proteste delle tribù Sioux avevano ottentuto il riconoscimento presidenziale Obama, ecco ritornare a rotta di collo, la problematica, con a capo il mentecatto Trump.

Venduto e facente parte delle lobby petrolifere (e non solo) , il presidente degli Stati Uniti d'America, Trump, si è espresso a favore delal costruzione dell'oleodotto che passerà attraverso le acque dei laghi e delle terre degli Indiani d'America, pur di accontentare le Società petrolifere, fregandosene delle proteste (giustificate) delle tribù che vivono in quelle zone.

Decisioni Trump Presidente USA

Non si tratta di semplice contrasto da parte di nativi americani, che si oppongono alla costruzione di qualcosa di utile per le società industriali, bensì di andare contro la logica ambientalista che quelle costruzioni potrebbero distruggere. Una perdita di petrolio anche ridotta, porterebbe alla rovina di tutta la flora ela fauna locale, dove dovrebbe passare quel tubo che trasporta liquido altamente velenoso (il petrolio) e quindi, i popoli nativi, hannno tutto il diritto di avere voce in capitolo.

Purtroppo non è di questo avviso il finto parruchcino presidenziale, che ha dato il via libera ai lavori in merito, anche se dobbiamo attendere il benestare di altri Enti che, seppure siano al soldo di certi uffici statali, devono comunque dare il oro benestare all'inizio dei lavori.

Visto l'ostruzionismo iniziale alla prima legge emanata dalla brutta copia del possessore di PlayBoy, Trump, dovremmo attendere che i giudici supremi della Corte Suprema americana si esprimano nuovamente in merito. Ma la lotta che prima sembrava finita, rischia di deragliare in rivolta armata, se continua di questo passo..... Paese di libertà ? Ho idea che gli USA siano ormai il Paese dei pagliacci con troppo potere.....

Fonti:

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/02/09/ricorso-sioux-contro-lavori-oleodotto_4d826f36-bf35-4274-a118-2bb953627bea.html

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/trump_oleodotto_dakota_sioux-2248350.html