Veterani proteggono i nativi americani

Protesta donne indiane contro oleodotto

Perfino i veterani di guerra, moderni e non, vogliono aiutare la battaglia dei nativi americani che hanno deciso di scendere sul piede di guerra, per combattere la volontà della società petrolifera Texana di far passare un oleodotto nelle acque del loro lago dal quale traggono la loro acqua da bere.

Veterani Americani proteggono nativi americani

Quando l'uomo bianco approdò sulla terra dei popoli "rossi", i nativi appreso ad aver paura dell'uomo bianco: un poco alla volta vennero decimati, prima per le malattie che gli europei portarono con sé, a fianco della sporcizia a cui erano abituati e che chiamavano "cultura". Oggi, finalmente, l'uomo bianco fa qualcosa per cercare di aiutare i nativi americani nelle loro giuste lotte alla sopravvivenza.

Quella che vedete non è nebbia sono lacrimogeni contro i nativi pacifici

Ben 2000 veterani di guerra americani, si sono recati nella zona delle proteste attuate dagli indiani americani, come ho già discusso in un altro post, per aiutarli e proteggerli dalle azioni malvage ed estreme dei poliziotti privati e mercenari che la società petrolifera ha messo in atto contro questi poveri abitanti delle zone interessate dal progetto della costruzione dell'oleodotto che, secondo i progetti, dovrebbe passare sotto le acque del lago dal quale i nativi prendono l'acqua da bere...

Arresti polizia violenza su nativi

Ragazzino indiano violenze polizia 

C'è ancora qualche idiota che vede male chi ha combattuto con l'idea di proteggere il proprio modo di vivere, la propria cultura e la propria Patria, ma questa volta solo un mentecatto potrebbe parlare male di questi eroi che hanno deciso di mobilitarsi, per aiutare un popolo bistrattato, dimenticato, ammazzato in varie maniere, senza chiedere nulla in cambio, senza usare la violenza armata....

Arresti vip nella protesta nativi contro oleodotto

Attrice Shailene Woodley arrestata nella protesta

La protesta dei sioux va avanti da mesi e già due volte i proprietari dell’oleodotto, i texani “Energy Transfer Partners”, hanno fermato i lavori ma con il passar del tempo, la protesta è andata crescendo,, portando sempre più nativi e persone a lottare per i diritti di queste culture ormai in via di estinzione... perfino VIP famosi sono scesi in campo, mettendosi in prima persona a protestare contro le autorità vendute e violente, rischiando anche la vita, per portare la voce dei reietti più in alto di quanto normalmente sarebbe accaduto....

 Protesta indiani d'America pacifica

Ecco i "violenti " nativi in protesta

Gli indiani americani lottano sempre e solo per i propri diritti, non per i soldi come fa l'uomo bianco: si sentono sempre attaccati perché sono sempre attaccati... non si sognano di scendere in "guerra" per stupidaggini, lo fanno solo per reali motivi, proprio per questo sono da rispettare e ascoltare.

Come al solito molti di voi se ne fregheranno poiché si tratta di storie lontane da noi, ma vorrei ricordarvi che dopo aver sterminato il popolo "rosso", sarete anche voi messi sotto torchio, come già stanno facendo e voi non fate nulla!!

Fonte:

ilmessaggero.it