Arte manufatti nativi sud ovest

“O nostra Madre Terra, o nostro Padre Cielo,

siamo i vostri figli e con la schiena stanca

vi portiamo i doni che amate.

E dunque tessete per noi una veste di splendore;

sia l'ordito la luce bianca del mattino,

sia la trama la luce rossa del tramonto,

siano le frange la pioggia che cade,

sia il bordo l'arcobaleno teso...”.

Canto Tewa

Nativi americani sud ovest

Artigianato nativi americani sud ovest America

Il sud ovest degli Stati Uniti possiede uno dei climi più inclementi e sfavorevoli all'uomo di ogni altra parte del continente nord americano, eppure, per migliaia di anni, ha fornito i mezzi di sostentamento a una delle popolazioni indiane culturalmente più attive e spiritualmente meglio integrate. L'aridità dell'ambiente ha, ovviamente, dato origine a religioni quasi esclusivamente incentrate sull'elemento di vitale importanza nella terra dove era stanziata, l'acqua nelle sue varie forme e sul suo controllo: serpenti, rane, nubi e lunghe nappe di cotone sulle sciarpe bianche da danza ricordano la pioggia che cade dalle alte nuvole.

Questa area è per lo più arida o parzialmente arida, con variazioni estreme a partire dalle catene di montagne coperte di foreste dalle quali in primavera, per lo scioglimento delle nevi, scende gran parte delle acque che alimentano il Rio Grande, il Colorado e il Pecos. Ma una frazione importante della regione è costituita da altipiani: mesas di arenaria dalle pendici scoscese, profondi canyons alternati a corsi d'acqua a regime torrentizio e associazioni sparse di pini e ginepri. La metà meridionale è invece caratterizzata da ampie zone pianeggianti: si tratta di un deserto caldo e asciutto intervallato da montagne ripide e rocciose di limitata estensione che interrompono le pianure.

Questo ambiente tanto diversificato offrì agli abitanti preistorici – Anasazi, Hohokam e Mogollon, Canestrai e Mimbre – una enorme varietà di risorse, molte delle quali reperibili però solo in zone assai ristrette, ciò determinò lo sviluppo di sistemi di vita notevolmente diversi, ciascuno tuttavia adattato alle risorse disponibili e allo sfruttamento di numerosi micro ambienti differenti. Per avvalersi appieno di tale diversità, le popolazioni del sud ovest erano fra loro legate da una serie di relazioni economiche e sociali. Tutte queste antiche culture produssero ceramiche, canestri, tessuti, sculture in legno e perfino alcune piccole sculture in conchiglie e pietra, molte delle quali di bella e rara fattura.

Lo studio del sud ovest e della sua attività artistica ed artigianale è influenzato dalla consapevolezza che i nativi attuali sono i discendenti di coloro che edificarono le grandi città del deserto come Chaco e Mesa Verde. Nel sud ovest è infatti possibile osservare ancora oggi lo stesso tipo di telaio che venne usato nella preistoria, le stesse sciarpe, gli stessi canestri e ogni altro tipo di utensile o oggetto tipico, ciò consente un esame approfondito del significato di questi oggetti nella cultura che originariamente li produsse.

Nel sud ovest, l'artigianato ha conservato lo stesso alto livello, le tecniche e la concezione estetica del passato, ed è ad oggi una importante fonte di guadagno per i nativi americani. Molti di loro vendono i propri manufatti per aumentare i propri redditi, quasi in ogni dimora vive un artigiano e i loro lavori sono molto apprezzati. Fino al nostro secolo, i migliori venivano eseguiti per scopi cerimoniali e votivi e per garantirsi la vita ultraterrena, oggi invece i prodotti artigianali più belli sono destinati ai collezionisti e ai musei.

Sebbene la loro esistenza attuale rifletta spesso lo stress del vivere in due culture radicalmente diverse, le popolazioni del sud ovest conservano il loro sistema di vita tradizionale ed è così possibile intuire quale esso fosse 500 anni fa. Un attimo di quiete durante una danza cerimoniale, accompagnata per tutto il giorno dal rullio incessante dei tamburi e la lunga fila di danzatori ci riporta ai tempi degli Anasazi, quando nella Plaza altri danzatori erano accompagnati dagli stessi canti e dallo stesso suono di tamburi.

In questo territorio il passato non è lontano: ci ricorda che molto tempo fa questi luoghi erano abitati, un coccio di pentola, un frammento di pietra di una antica arma, la scoperta di ruderi su una collina. I manufatti sono uno dei legami più forti e tangibili con tale passato. Gli esemplari di maggior pregio vengono ancora prodotti come una volta, tutto è eseguito a mano e con materiali naturali.