Lavorazione metalli e conchiglie nativi

Tecniche lavorazione metalli indiani America

Durante il Periodo Mississippiano, conchiglie e metalli, essenzialmente rame, scarseggiavano nel sud-est, e quanto si poteva sfruttare proveniva dagli scambi nell'intera area. I commercianti portavano il rame dalla regione del Lago Superiore e della Valle del Tennessee, mentre le conchiglie delle regioni costiere circolavano comunemente fra le popolazioni dell'interno. Le tecniche usate per la lavorazione del rame erano abbastanza elementari: il fonditore posava una pepita su un pezzo di pelle di cervo posta su una superficie dura, l'appiattiva con un martello di pietra, poi la tagliava nella forma desiderata.

Statuette Etowah Georgia metalloUn ciottolo levigato o un pezzo di pietra gli servivano poi per lisciarne la superficie su entrambi i lati. La decorazione delle conchiglie veniva di solito eseguita sul guscio dei molluschi di maggiori dimensioni, come la Busycon perversum: le conchiglie erano rese cave e usate come tazze o mestoli; altrettanto spesso le parti interne venivano tagliate a cerchi più o meno grandi che, uniti in collane, erano portati al collo, sul petto o alla clavicola.

I manufatti in rame e conchiglia sono quasi tutti ornamenti: perline, collane, forcine, maschere, gorgiere, pendenti, emblemi per copricapi e così via.

Lavorazione Etowah metalli

Con l'eccezione dei gioielli, venivano impiegati come parti di abiti cerimoniali o religiosi o come offerte funebri ai defunti di quella categoria di persone che non partecipava direttamente al lavoro produttivo (élite), infatti in molte tombe sono stati rinvenuti fogli di rame, laminati su asce preistoriche, scudi, pendenti per orecchie, o altri oggetti di pietra e legno. I fogli di rame venivano tagliati anche a sagoma di mazze da guerra, di frecce bilobate o di penne sistemate sui copricapi cerimoniali. I lavoratori del rame dedicavano una cura particolare e molto tempo nei lavori a sbalzo di figure umane in varie posizioni e in atteggiamento di danza.

I migliori manufatti del genere sono le tavole di rame provenienti dal sito di Etowah in Georgia, nelle quali è raffigurato un falconiere ornato di tutte le decorazioni cerimoniali che impugna una mazza da guerra. A quanto pare, queste tavole venivano preparate esclusivamente come offerte funebri ai morti della “classe élitaria”. Sulle gorgiere, i motivi venivano incisi sull'interno levigato, usando lesine di pietra o aghi affilati. Le tazze e i mestoli di conchiglia, al contrario, erano decorati sulla parte esterna; alcune gorgiere e tazze di conchiglia mostrano incisioni di figure umane, simili a quelle sulle tavole di rame, ma nella maggior parte dei casi si tratta di serpenti a sonagli, picchi, ragni o animali mitici come la pantera sottomarina e il serpente alato.

Etowah statuette metallo nativi

Statuette metallo tribù Etowah

Molto probabilmente le gorgiere venivano indossate come insegne politiche o militari: la Citico, che raffigura un essere simile ad un serpente a sonagli avvolto a spirale, si trova solo in quei siti archeologici del periodo Mississippiano dove un tempo viveva la società dei Coosa. Le tazze e mestoli di conchiglia forse servivano per offrire la bevanda nera, una specie di tè preso come un sacramento nel corso di eventi politici e religiosi. Con il rapido annientamento della vita politica e cerimoniale, la lavorazione del rame e delle conchiglie venne, in pratica, abbandonata, i nativi sud orientali del periodo storico sapevano apprezzare i metalli più pregiati e compravano ornamenti commerciali come gorgiere a mezza luna, forcine, bracciali, bande per la testa, orecchini e anelli. Per tutto il Periodo continuarono a bere la bevanda nera, ma sostituendo le tazze e i mestoli di conchiglia con prodotti metallici europei.